Aprire un’autolavaggio manuale

4
912

Aprire un’autolavaggio a mano, è sicuramente più semplice che aprire un autolavaggio automatico e richiede minori sforzi economici rispetto ad un’autolavaggio automatico.

Il lavaggio a mano può essere avviato sia in un locale al chiuso che in uno spazio all’aperto, quello che occorre in entrambi i casi è trovare un’area che risulti compatibile con il tipo di attività svolta e che abbia i requisiti strutturali richiesti dalle normative vigenti.

Prima di prendere in affitto il locale dove aprire il lavaggio, occorre richiedere ai proprietari del locale l’agibilità del locale, requisito fondamentale per la compilazione di ogni SCIA. (leggi anche Quali permessi occorrono per aprire un’autolavaggio).

Per svolgere l’attività di lavaggio a mano dovrai richiedere il permesso per l’allaccio delle acque reflue industriali, oppure possedere l’attestato di allaccio in fogna dell’impianto, qualora lo scarico sia già presente.

Dovranno essere verificate le dimensioni dei locali, le fasi del trattamento di depurazione, le caratteristiche qualitative e quantitative delle acque reflue da trattare, numero delle auto lavate ogni giorno, schema dell’impianto di depurazione in scala adeguata, reti fognanti afferenti all’impianto di depurazione, localizzazione dell’impianto di depurazione e del relativo punto di scarico timbrato e firmato da un tecnico abilitato.

Vediamo ora dal punto di vista pratico cosa occorre per poter lavare un’auto in un autolavaggio manuale:

La sala lavaggio

Dal punto di vista pratico, la sala lavaggio dovrà essere ben areata e abbastanza capiente da contenere al suo interno auto di ogni dimensione, berline, fuoristrada ecc.. dovrai calcolare lo spazio utile considerando che le auto dovranno rimanere con gli sportelli aperti e ti servirà poterti muovere facilmente attorno alla macchina senza problemi o difficoltà, magari con attrezzature quali aspiratori, lavamoquette o carrelli porta accessori. Accertati che le pendenze del pavimento siano precise e che l’acqua defluisca con facilità e rapidità verso lo scarico, o ti ritroverai a lavorare ogni giorno in una pozza di acqua maleodorante, inoltre assicurati che il pavimento sia antiscivolo o rischierai seriamente di farti male, tanto più quando sarai di fretta. Considera poi lo spazio per riporre la idropulitrice, l’aspiratore, una lavamoquette, il compressore e uno scafale dove sistemare tutti gli accessori da lavoro, secchi, spugne, barattoli, ecc..

Supporti per il lavaggio

Se vuoi fare un lavoro fatto bene e pulito, metti in preventivo la possibilità di montare sul soffitto della sala lavaggio un braccio girevole, ti servirà per utilizzare la lancia della idropulitrice e la lancia per nebulizzare il detergente sull’auto; il braccio girevole ti permette di lavorare senza avere tubi in mezzo ai piedi e nel tempo ti farà risparmiare denaro, in quanto eviterai lo sfregamento a terra dei tubi evitando la loro rottura prima del tempo. Il braccio girevole è buona prassi che venga montato su una superficie in cemento armato, qualora non fosse diponibile una superficie di cemento a preferibile far fare da un fabbro un palo con una traversa. I bracci girevoli sono costruiti in diverse misure, dai 90 ai 2000 cm e possono essere montati sia al soffitto che a parete, valuta quale scegliere in base allo spazio disponibile. Considera anche come accessori, un portalancia (idropulitrice) e un portalancia (nebulizzatore), anche questi possono essere montati sia a terra che a parete, valuta tu.

Attrezzatura per il lavaggio dell’esterno

Ovviamente avrai bisogno di una idropulitrice, potrai scegliere tra una idropulitrice a caldo o a freddo (leggi anche  Quale idropulitrice scegliere per il proprio autolavaggio) è consigliabile scegliere una idropulitrice di piccole dimensioni, possibilmente con una pressione minima di 150 bar e una portata d’acqua di 15 lt/min.

Per nebulizzare il prodotto sulle auto procurati un nebulizzatore, scegli un nebulizzatore orizzontale o verticale a seconda dello spazio che hai a disposizione, per lavare i cerchi potrai utilizzare dei nebulizzatori da 7 o 9 litri in plastica, se vuoi che durino acquista un prodotto certificato e appositamente concepito per contenere ed essere utilizzato con prodotti alcalini (leggi anche  Nebulizzatori per l’autolavaggio).

Procurati almeno 5 secchi
  1. uno dove tenere la spugna per lavare la carrozzeria
  2. uno dove tenere la spugna o la spazzola per lavare i cerchi
  3. uno dove tenere le pelli per asciugare la carrozzeria
  4. uno dove tenere le pelli per asciugare e pulire i vetri
  5. uno dove tenere le pelli per pulire gli incastri degli sportelli e del baule

Acquista uno strizapelle, ti permetterà di velocizzare il lavoro; in commercio ce ne sono di svariati tipi e modelli, in ferro, in acciaio, con vaschetta o senza, con o senza rubinetto, scegli in base alla qualità dei materiali e delle dimensioni.

Attrezzatura per la pulizia e il lavaggio dell’interno

Per la pulizia dell’interno oltre a tutti gli accessori, avrai bisogno di un buon aspiratore, scegli tra un’aspiratore a motore o uno a turbina, valuta l’acquisto dell’aspiratore in base allo spazio che hai a disposizione e alla scelta dei materiali. (leggi anche  Quale aspiratore scegliere per il tuo autolavaggio?).

Procurati un compressore, ti servirà per soffiare le bocchette dell’aria o rimuovere la polvere dai punti dove non puoi arrivare con l’aspiratore. (leggi anche  “Quale compressore scegliere per il proprio autolavaggio”)

Se tra i tuoi servizi è presente il lavaggio della moquette, avrai bisogno di acquistare una lavamoquette, anche in questo caso valuta l’acquisto di una lavamoquette in base allo spazio che hai a disposizione e alla scelta dei materiali. In commercio ci sono diversi tipi di lavamoquette, iniezione/estrazione, schiuma, vapore (leggi anche Sistemi più utilizzati per il lavaggio della moquette).

Vediamo ora dal punto di vista economico cosa comporta aprire un’autolavaggio manuale:
  • Affittare il locale (caparre e contratti): dai € 3500 ai € 7000 a seconda della città e della zona dove si trova il locale
  • Documenti e permessi: dai € 250 ai € 500 a seconda della Regione o della provincia
  • Depurazione: dai € 1000 ai € 13000, questo dato dipende dal fatto che sià gia presente o meno un depuratore
  • Attrezzatura:
    • Bracci dai €700 ai €1500 a seconda delle dimensioni
    • Idropulitrice dai €1200 ai €3500
    • Nebulizzatori dai €120 ai €250 a seconda delle dimensioni e dei materiali
    • Strizzapelle dai €90 ai €300 a seconda delle dimensioni e dei materiali
    • Aspiratore dai €350 ai €1500 a seconda dei materiali, delle dimensioni, dei motori o della turbina
    • Compressori dai €120 ai €700 a seconda delle dimensioni e dei materiali
    • Lavamoquette dai €350 ai €2500 a seconda dei materiali, delle dimensioni, dei motori e della pompa di iniezione
    • Accessori, pelli, secchi, detergenti, raschietti ecc. dai €100 ai €500
Quanto si può guadagnare con un’attività di lavaggio a mano?

Il lavaggio a mano, come si può ben intuire, ha tempestiche completamente diverse da quelle di un autolavaggio automatico, mediamente per lavare bene l’esterno dell’auto e aspirare a dovere l’interno, occorre minimo un’ora di lavoro da parte di una persona, considerando 10 ore lavorative giornaliere, 6 giorni alla settimana, stiamo parlando di circa 50/60 auto lavate alla settimana, 200/250 al mese. I prezzi per il lavaggio a mano di un’auto variano a seconda della Regione o della città in cui si trova l’impianto, il dato medio è di circa €25 per una berlina e di circa €40 per un suv.

Con questi dati parliamo di incassi che vanno dai circa €6500 ai €9000 mensili; in un’autolavaggio a mano i costi fissi (senza considerare le tasse e la gestione amministrativa) da sostenere sono:

  • costo dell’acqua: circa €300 al mese
  • costo dell’energia: circa €250 al mese
  • detergenti e accessori: circa €60 al mese
  • ricambi e riparazioni: circa €30 al mese
  • costo del canone di locazione

4 COMMENTS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here