Censimento attrezzature autolavaggio

0
296

Le attrezzature da censire sono tutte quelle in grado di incassare denaro autonomamente, il censimento di queste attrezzature va fatto comunicando all’Agenzia delle Entrate la matricola identificativa del sistema master presente nell’attrezzatura in questione. Il sistema master (anche solo Master o S.M.) è un sistema elettronico costituito, generalmente ma non esclusivamente, da una o più schede elettroniche dotate di processore con memoria, capace di memorizzare e processare dati al fine di erogare il bene o il servizio selezionato dall’utente finale.

I dati da fornire ai fini del censimento sono:

  • Dati del Gestore: denominazione o cognome/nome, domicilio fiscale e P.IVA;
  • Dati del Sistema master: matricola del Sistema master e tutti i dati rappresentativi delle macchine a cui è connesso.

Le informazioni utili sono:

  • Identificativo dispositivo: progressivo alfanumerico obbligatorio di massimo 30 caratteri, protetto dopo il primo inserimento; è consentito l’inserimento anche dei caratteri “:” e “-”. Indicando la la partita IVA del Gestore e la matricola del Sistema master. Qualora il Sistema master non sia dotato di una matricola identificativa, quest’ultima viene generata dal Gestore, rispettando i principi di univocità ed modificabilità della stessa;
  • Latitudine Geo-localizzazione: coordinata geografica da esprimere in gradi decimali (es: 45.465454) obbligatoria. Deve essere indicata la latitudine per la localizzazione della macchina. E’ possibile aggiornare successivamente tale informazione per gestire i cambi di destinazione delle macchine.
  • Longitudine Geo-localizzazione: coordinata geografica da esprimere in gradi decimali (es: 9.186516) obbligatoria. Deve essere indicata la longitudine per la localizzazione della macchina. E’ possibile aggiornare successivamente tale informazione per gestire i cambi di destinazione delle macchine.
  • Protocollo di comunicazione: dato obbligatorio selezionabile da un elenco (Mdb; Executive; Altro). E’ possibile modificare il valore per gestire i cambi di destinazione delle macchine
  • Porta di comunicazione: classificazione obbligatoria del Sistema Master della macchina rispetto alla capacità di trasferimento dei dati ad un dispositivo mobile. Qualora la macchina fosse priva della porta di comunicazione non sarebbe in grado di trasferire digitalmente i dati e necessita di una loro valorizzazione manuale. Invece, le macchine dotate di porta di comunicazione effettuano il trasferimento digitale dei dati. E’ possibile modificare l’impostazione di questa classificazione per gestire l’evoluzione delle macchine nel tempo.

Qualora più erogatori siano collegati, fisicamente o funzionalmente, ad un unico Sistema master che, pertanto, memorizza anche le operazioni svolte da tutti gli erogatori collegati, i Gestori comunicano esclusivamente i dati identificativi del Sistema master di riferimento.

Il censimento si conclude con la produzione di un QRCODE per ciascun Sistema master, da apporre come etichetta sulla singola macchina, che contiene l’indirizzamento ad una pagina web dell’Agenzia delle entrate sulla quale sarà possibile verificare i dati identificativi della macchina e del Gestore. In particolare, tra i dati presenti nella pagina web ci sono le informazioni relative alla presenza/assenza della porta di comunicazione e allo stato della macchina (visualizzando l’informazione: “trasmette i dati all’agenzia” o “non trasmette i dati all’agenzia”, in base allo stato in cui si trova il Sistema master). Inoltre, sarà reso visibile l’elenco delle ultime “10” matricole interrogate, nel caso si siano effettuate precedenti visualizzazioni di QRCODE.

Accanto all’etichetta il Gestore può riportare i dati che reputa opportuno (ad esempio, la ragione sociale o la denominazione della sua azienda, un numero progressivo da lui assegnato al Sistema master, ecc.).

Al termine della fase di censimento il Gestore è tenuto a:

a) recuperare l’etichetta di riconoscimento che il sistema AE ha prodotto e messo a disposizione sul sito web dell’Agenzia delle entrate;

b) fiscalizzare la macchina apponendo l’etichetta e mantenendo i relativi dati aggiornati nel sistema AE.

L’operazione di censimento consente di costituire l’anagrafica dei Gestori e dei loro Sistemi master.

Al momento del censimento, lo stato dei Sistemi master è “Attivato” e diventa automaticamente “In servizio” in occasione della prima trasmissione dati.

I Gestori provvedono ad aggiornare tempestivamente i dati del Sistema master ogni volta che si verifichi un evento che comporta un cambio di stato (cessione a qualsiasi titolo, sostituzione, manutenzione, permuta, furto, manomissione, evento eccezionale, distruzione dei Sistemi master).

Oltre ad “Attivato” e “In servizio”, gli stati disponibili a sistema sono i seguenti:

  • Fuori servizio”: il Sistema master è fuori servizio quando non è in grado di funzionare (ad esempio, in caso di guasto, manomissione, manutenzione, eventi eccezionali – sequestri giudiziari, terremoti – ecc.) ovvero viene rimosso e portato in magazzino. Da tale stato, il Sistema master può subire le seguenti variazioni di stato :

Dismesso, se il dispositivo deve essere rottamato

Disattivato, per circostanze che richiedono tale cambio di stato

In servizio, se il dispositivo inizia nuovamente a trasmettere

  • Disattivato”: questo stato comporta la cancellazione dell’associazione tra il Sistema master e la partita IVA del Gestore; il Sistema master può essere riattivato dal medesimo gestore mediante l’opportuna funzione di “Riattivazione Sistema Master” ovvero da parte di un nuovo gestore solamente effettuando un nuovo censimento. Rientrano in tale stato, ad esempio, l’ipotesi di cessione a qualsiasi titolo e di furto del Sistema master. In caso di ritrovamento del Sistema master, a seguito di furto, da parte del gestore originario, quest’ultimo ha la possibilità di renderlo nuovamente operativo mediante la funzionalità di cambio di stato “Riattivazione Sistema Master” e selezionando il codice di dettaglio “Ritrovamento”.
  • Dismesso”: in tale ipotesi, il Sistema master viene reso non più utilizzabile nel sistema dei corrispettivi da parte di nessun Gestore. Nell’ipotesi di sostituzione del Sistema master, ciò può avvenire sia con un Sistema master “nuovo” che con uno “usato”, ad esempio, rimesso in servizio dopo una riparazione. Nel primo caso, il Gestore deve preventivamente effettuare il censimento di tale sistema master inserendo i dati identificativi nel sito web dell’Agenzia delle entrate e stampare il QRCODE prodotto, da apporre sulla macchina. Nel secondo caso, invece, poiché il Sistema master usato ha già un QRCODE valido (con lo stato “fuori servizio”), il Gestore deve soltanto aggiornare i dati già presenti nel Sistema AE (ad esempio, i dati relativi alla geolocalizzazione e al tipo di Distribuzione) e applicare il QRCODE già esistente sulla macchina. Lo stato del dispositivo diventerà “in servizio” automaticamente alla prima trasmissione dati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here