grafite

giuseppe ha scritto 3 mesi fa

salve ,
mi ricollego ad altro post fatto da me riguardante l’olio esausto per lubrificazione apparati meccanici della sotto scocca, tipo avantreni e sospensioni, qual’è la differenza in termini di inquinamento tra l’olio sia esausto o non,e la grafite che vendono tutte le case di prodotti per la pulizia delle auto es. mafra atas e altri, la domanda è questa ,si può usare la grafite senza incorrere in sanzioni?
grazie Giuseppe.

1 Risposte
LoryLory Staff ha risposto 3 mesi fa

L’olio esausto subisce trasformazioni chimico-fisiche che lo rendono non più idoneo e altamente inquinante se smaltito in modo scorretto. Per quanto riguarda il grafitaggio devi tenere conto del fatto che la grafite viene prodotta con materie a base di sostanze bituminose, quindi ricche idrocarburi e piccole quantità di zolfo, azoto e ossigeno, nickel, ferro e vanadio, sostanze insolubili in acqua!
Se fai grafitaggio nel tuo impianto devi avere quindi un disoleatore, che non è altro che un impianto che effettua una separazione di oli e idrocarburi dall’acqua. Grazie a questa tipologia di impianto si garantisce un’acqua in uscita con un contenuto di oli minerali ed idrocarburi non superiore a quanto previsto dalla normativa Europea.