Progetto autolavaggio a mano

LoryLory Staff ha scritto 4 mesi fa
1 Risposte
LoryLory Staff ha risposto 4 mesi fa

Se hai trovato un locale idoneo per aprire il tuo autolavaggio manuale, devi fare la presentazione di cambio d’uso catastale all’Agenzia delle Entrate. Inoltre, prima di utilizzare il locale come lavaggio, dovrai richiedere il Certificato di Agibilità dal Comune, fornendo anche i permessi, la dichiarazione di variazione catastale ed eventuale altra documentazione. Se il locale non è già predisposto come lavaggio auto, dovrai fare un cambio di destinazione d’uso. Se il cambio di destinazione d’uso non prevede modifiche strutturali del locale ma è limitata alla sola creazione dello scarico dell’acqua sarà sufficiente presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). Tieni conto che le procedure per il cambio di destinazione d’uso sono disciplinate dagli strumenti urbanistici del tuo Comune, primo fra tutti il Piano Regolatore.
Queste pratiche sono abbastanza complesse, con regole diverse in base a Regioni e Comune, ti consiglio quindi di rivolgerti ad un geometra. Il tempo necessario per il cambio di destinazione d’uso, senza interventi di modifica strutturale, sono abbastanza veloci. Al geometra ci vorranno solo alcuni giorni per le indagini del caso, per avere l’autorizzazione dal catasto, per seguire i rilievi, i disegni e la relazione. Nel giro di 10 giorni circa, la documentazione sarà consegnata all’ufficio del protocollo. Se invece sono necessari dei lavori, occorrerà più tempo. I costi per un cambio di destinazione d’uso comprendono le spese delle opere edilizie, se il caso lo richiede, l’onorario del professionista che effettua le pratiche urbanistiche e catastali, ed eventualmente la direzione dei lavori, più il pagamento degli obblighi di urbanizzazione.