Il lavaggio dei camion

0
134

 

Per il camionista, il proprio camion oltre a rappresentare il mezzo con cui guadagnarsi da vivere, visto il tempo passato al suo interno, viene considerato quasi come una seconda casa. Così come un buon padre di famiglia, la maggior parte dei camionisti presta particolare attenzione a mantenere il proprio mezzo in buone se non in ottime condizioni d’uso e in ottime condizioni d’aspetto. Pertanto quando il camionista si rivolge ad un lavaggio camion, l’operatore dovrebbe tenere a mente questo e cercare, per quanto possibile, di soddisfare al meglio le aspettative del cliente, il camionista.

Per approfondire l’argomento abbiamo intervistato un’addetto ai lavori:

Chiesa Valter , titolare di DOCTOR CARWASH

(clicca per vedere la scheda dell’autolavaggio)

ABBIAMO CHIESTO A VALTER CHIESA..

Quando si lava la cabina di un camion, quali sono le diverse problematiche che si possono incontrare?

Si trovano diverse problematiche durante il lavaggio di un camion ma riguardo la cabina le piu’ frequenti sono:
Colori gia sbiaditi e quindi strati di trasparenti e protettivi consumati sono un classico! Bisogna individuare subito questa problematica e utilizzare emollienti chimici non troppo potenti quindi con poca Sod Caustica al loro interno per non rischiare di peggiorare la situazione. Senza questi strati protettivi lo sporco si aggrappa direttamente al colore rendendo molto difficoltoso il suo distacco, specialmente per moscerini magari gia presenti da parecchi giorni. Consiglio di utilizzare piu’ olio di gomito con spazzola manuale e shampoo neutro piuttosto che eliminare facilmente lo sporco con uno shampoo potente che sicuramente aumenta opacità e aloni.
Un’altra problematica sono le parti danneggiate presenti sulla cabina come specchietti retrovisori che non si chiudono o alette parasole crepate o trombe clacson installate approssimativamente sullo spoiler; Il macchinario di lavaggio non conosce questi problemi e il suo normale ciclo di lavoro rischierebbe di peggiorare anche qui la situazione. Come nell’altro caso evito il contatto degli spazzoloni vicino alle zone danneggiate e lavo manualmente l’area.

Il lavaggio delle parti in alluminio presenti nel camion prevede un trattamento particolare? Qual’è secondo te, il modo migliore di operare?

Per rendere le parti in alluminio ancora splendenti e’ necessario utilizzare prodotti a base acida che vanno ad eliminare ossidazioni e sporco riportando l’alluminio a splendere. Bisogna però prestare molta attenzione perchè negli ultimi anni alcuni mezzi installano parti in alluminio di bassa qualità e quindi  puo capitare che al contatto con questi prodotti sbiadiscano o diventino bianchi rovinandosi definitivamente diventando ovviamente piu’ brutti di prima. Consiglio di utilizzare questi prodotti solamente sulle barre laterali chiamate paracicli, su cerchi e serbatoi evitando le sponde di alluminio ATTENZIONE A I CERCHIONI ALCOA CHE SI RIVINANO SOLO ALLA VISTA!!. Solo in un servizio di ripristino generale del mezzo e’ consigliabile applicarlo sulle sponde. Ricordate sempre CHE CHI ROMPE ( O ROVINA ) PAGA! Quindi vedete un po voi i rischi che volete prendervi!

Sappiamo tutti che la maggior parte dei camionisti tiene in modo maniacale al proprio mezzo, cosa si dovrebbe fare per soddisfarlo al meglio e cosa non bisognerebbe mai fare per avere lamentale?

Iniziamo intanto a differenziare i camionisti! Esistono mezzi di autotrasportatori e mezzi aziendali. Nel secondo caso i mezzi aziendali non sono proprio tenuti in modo maniacale visto l’utilizzo di diverse persone per lo stesso mezzo, viene quindi pulito un po meno e senza richieste particolari. Per gli autotrasportatori invece la storia cambia! Passano tutto il tempo della loro giornata sul proprio mezzo, hanno investito somme importanti per il proprio mezzo e per questo tengono particolarmente a tutto cio che ha a che fare con il loro mezzo, come il lavaggio! Portare e comunicare ovvimente agli autisti l’attenzione che si ha per la scelta dei prodotti e il loro utilizzo. Non velocizzare inutilmente il lavoro perchè loro se ne accorgerebbero sicuramente vedendolo come un’abbassamento di qualità di servizio. Pestare molta attenzione alle finiture sopratutto per la cabina e per i cerchioni, rimuovendo molto bene gli odiosi moscerini e utilizzando anche spugne per gli angoli piu’ nascosti.
Un consiglio: Non salite MAI in cabina di un autotrasportatore, specialmente con i vostri guanti e scarpe sporchi, potrebbero togliervi il saluto!!

Cosa consiglieresti a chi sta pensando di aprire un lavaggio camion?

Evitare di aprire l’ennesima stazione di lavaggio che lavora a prezzi troppo bassi per paura di non lavorare
Se volete fare questo lavoro, e magari anche bene, vi accorgerete che per un buon servizio ci vuole molto tempo, attenzione e  non poche spese (dipendenti, macchinari, energia elettrica, acqua calda, prodotti di qualità, pulizia fanghi, manutenzioni varie) quindi abbassare i prezzi per allinearsi al vostro concorrente vi porterà sicuramente nel tempo ad abbandonare la qualità optando per sistemi sempre più veloci e magari poco corretti, che rovineranno il mercato del lavaggio camion e non soddisferà nemmeno il cliente autista.
Differenziarsi in questo settore si può fare ma non sara necessario utilizzare uno shampoo al posto di un’altro, serviranno accorgimenti che semplificheranno e aiuteranno il tuo lavoro impressionando i clienti e portarli a pensare che lavare da voi non e’ come lavare in qualsiasi altro posto, ovviamente il risultato parlerà per voi!

Ringraziamo per l’intervista Valter Chiesa- www.doctorcarwash.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here