Aiuto! Lavaggio del cielo di un auto..

0
328

L’incubo di quasi tutti i lavaggisti, se non di tutti: il lavaggio del cielo di un auto!

Il lavaggio del cielo auto è una delle operazioni più difficili quando si opera all’interno dell’auto. Il cielo dell’auto è  formato di più strati e materiali più o meno delicati e sofisticati , quali gomma, colla, tessuto e cartone. La qualità dei materiali cambia a seconda del modello e della marca dell’auto, ma anche se si tratta di modelli di auto costose o lussuose, restano comunque materiali delicati, da trattare con attenzione e responsabilità.

Quando il cielo dell’auto inizia ad avere diversi anni di età, diventa davvero difficile lavarlo in quanto aumenta il rischio di scollare, macchiare o strappare il tessuto. Rovinare il cielo di un auto è un problema. In alcuni casi, può risultare meno costoso restaurare la carrozzeria piuttosto che ripristinare un cielo scollato.

Per sviluppare il concetto di pulizia e trattamento del cielo di un auto, dividiamo questo articolo in due fasi:
  1. Sistemi da utilizzare
  2. Sistemi da non utilizzare 

Tra i sistemi che sconsigliamo di utilizzare c’è l’utilizzo del vapore, che viene utilizzato normalmente per pulire le tappezzerie. Il vapore può essere utile per la pulizia generica dell’interno dell’auto, ma non è indicato per il lavaggio del cielo, in quanto il calore può rovinare i tessuti o sciogliere la colla che mantiene uniti i vari strati che compongono il cielo di un auto.

L’altro sistema che sconsigliamo di utilizzare è spruzzare soluzioni di acqua e detergente direttamente sulla superficie del cielo mediante barattoli spruzzino o mediante macchine iniezione estrazione. Questa soluzione può diventare un problema perché l’acqua viene rapidamente assorbita dai vari strati di tessuto che compongono il cielo e col tempo questo sistema può danneggiarlo irreparabilmente, specialmente nel periodo invernale, quando si fa molta fatica a far evaporare l’acqua che va a finire nella profondità dei tessuti.

Tra i sistemi invece che consigliamo per lavare il cielo è l’utilizzo di schiume apposite per questi trattamenti. Esistono delle macchine che producono una schiuma ad alta densità che viene depositata sul cielo. Questa non si scioglie, per cui non andando in profondità permette all’operatore di lavorarla con facilità attraverso un’apposita spazzola.

Un’altro sistema che ci permettiamo di consigliare è l’uso di panni in microfibra con acqua fredda e detergenti non troppo aggressivi, lavorando piccole zone del cielo per volta, evitando di spruzzare il detergente direttamente sulla parte da pulire ma spruzzando il prodotto sul panno.

Il cielo ha sempre bisogno di un trattamento diverso dal resto dell’interno macchina. Necessitano sistemi delicati e non aggressivi. Prima di procedere con il lavoro è necessario comprendere bene che genere di tessuto si dovrà trattare.

“Quando si lava il cielo è preferibile iniziare il lavoro di da piccole zone nascoste, per verificare prima la reazione del tessuto al trattamento, poi si procederà col resto della superficie.”

I PRO

La pulizia del cielo non viene svolta da tutti i lavaggisti, per cui gli autolavaggi che praticano questo trattamento, se lavorano bene, possono contare su buoni guadagni.

I CONTRO

Se il lavoro svolto dall’operatore non sarà accurato e minuzioso, la possibilità di provocare danni al cielo sarà molto reale con conseguenti esborsi economici imprevisti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here