Lavaggio della moquette: utilizzare la schiuma

0
149

Il lavaggio della moquette con la schiuma è un sistema di lavaggio che ha preso piede negli ultimi anni.

Come sono costituite queste macchine?

In commercio se ne possono trovare di svariate forme e tipologie. Sono composte da un fusto di recupero dello sporco, un gruppo pompa, un compressore che servirà a portare la soluzione detergente dallo stato liquido allo stato schiumoso (può variare di grandezza o dimensioni a seconda del modello), un gruppo di aspirazione e un fusto dove sarà collocata la soluzione acqua/detergente.

Se il lavaggista è già in possesso di un compressore e vuole risparmiare in fase di investimento, deve sapere che in commercio esistono delle macchine che vengono prodotte senza il compressore. Teniamo conto che mediamente una lavamoquette a schiuma ha bisogno di circa 4/ 5 bar di pressione per lavorare .

Il funzionamento e l’utilizzo di queste macchine è molto semplice:  la schiuma viene iniettata sulla superficie da lavare mediante una spazzola, azionata da un interruttore elettronico che la aziona o la arresta in base alla richiesta della pompa a iniezione; la stessa spazzola che inietta la schiuma sarà anche utilizzata per lavorare lo sporco presente nel tessuto. Eseguita questa operazione, che potrà essere all’occorrenza ripetuta più volte, si procederà alla rimozione della schiuma mediante l’apposita bocchetta, generalmente di colore bianco, collegata al gruppo di aspirazione che a seconda del modello scelto potrà prevedere uno o più motori con dimensioni e potenze differenti.

I pro: Questo tipo di sistema riduce notevolmente i tempi di asciugatura del tessuto lavato nel periodo invernale, tanto più nel periodo estivo. La schiuma (che può variare di densità a seconda dei bar di pressione che vengono utilizzati) quando viene iniettata nel tessuto da lavare non viene assorbita dallo stesso, così come potrebbe avvenire con l’acqua; ciò permette all’operatore di lavorare in tranquillità.

Il sistema è così ben riuscito che si consiglia di far stazionare la schiuma sul tessuto per qualche minuto prima di iniziare le operazioni di spazzolatura, in modo da permettere ai tensioattivi del prodotto di sequestrare lo sporco da trattare. Il sistema è molto innovativo e piace al cliente automobilista.

I contro: non esistono pareri negativi su questo sistema; Se proprio si vuole cercare il pelo nell’uovo, potremmo parlare del prezzo, in quanto l’investimento iniziale è maggiore rispetto all’investimento che si dovrebbe fare per acquistare una lava sedili classica ad iniezione/estrazione .

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui