Manutenzione della idropulitrice: come si fa?

0
446

L’idropulitrice è lo strumento di lavoro più utilizzato dal lavaggista, per questo è essenziale mantenerla in ottimo stato d’uso e provvedere ad una manutenzione periodica.

In questo articolo, vedremo alcune delle operazioni basilari e più semplici per mantenere l’idropulitrice in un buon stato d’uso mantenendone elevate prestazioni anche dopo molto tempo. Ci teniamo a ricordarvi che dovete sempre rivolgervi al vostro rivenditore o al tecnico autorizzato per le operazioni particolari di manutenzione, riparazione e/o messa a punto della macchina.

Forse qualcuno troverà alcune delle indicazioni che daremo superflue se non inutili, ma a volte sono proprio le semplici precauzioni ad evitare di fare danni e buttare via i soldi in costose riparazioni, detto ciò partiamo con l’accorgimento più semplice e cioè:

  • Verificate che la presa di corrente elettrica abbia le caratteristiche richieste di conformità e la idonea protezione differenziale, evitate, per quanto sia possibile di utilizzare prolunghe. La rete di alimentazione elettrica dovrebbe essere provvista di interruttore magnetotermico adeguato alla potenza della macchina. Inoltre, si dovrebbe sempre installare un interruttore differenziale ad alta sensibilità con soglia di intervento Idn=0,030 A. É obbligatorio per legge collegare la macchina ad un impianto di messa a terra con valore di resistenza atto a garantire comunque una tensione di contatto non superiore a 25 V.
  • Accertarsi sempre che l’alimentazione dell’acqua sia corretta (min. 1 bar – max. 8 bar); l’utilizzo a secco della idropulitrice, provoca seri danni al sistema di tenuta, la temperatura dell’acqua in entrata non dovrebbe mai superare i 50°C (140°F);
  • Evitate di coprire la idropulitrice durante il suo funzionamento, se volete proteggerla, fate in modo che l’aria di raffreddamento del motore possa circolare liberamente. In caso di lunghe pause di lavoro, (oltre 30 minuti), spegnete la macchina e scaricate la pressione residua.
  • Considerato che la portata dell’acqua diminuisce in funzione della lunghezza del tubo, devi accertarti che la quantità d’acqua che alimenta la idropulitrice non sia inferiore a quella riportata nella targhetta di identificazione posta sulla macchina;
  • Assicurarsi che la idropulitrice sia alimentata con acqua pulita. Il funzionamento con acque sporche, sabbiose o contenenti prodotti chimici corrosivi provoca gravi danni alla idropulitrice.
  • Se utilizzate il detergente dentro la idropulitrice, dopo l’uso fate scorrere il getto finché non vedete uscire acqua pulita.

POSIZIONAMENTO

Parcheggiate la idropulitrice su una superficie piana. Nel caso in cui la macchina non dev’essere utilizzata per molto tempo, svuotate i circuiti idraulici ed il serbatoio del gasolio, quindi posizionate la idropulitrice in un luogo protetto dagli agenti atmosferici.

ANTIGELO

Se la idropulitrice viene parcheggiata in ambienti freddi, dove c’è pericolo di gelo, fate aspirare mezzo litro circa di liquido antigelo. Diversamente se si prevede di non utilizzare la idropulitrice a causa del maltempo è consigliato parcheggiare la macchina in un ambiente caldo.

LUBRIFICAZIONE DELLA POMPA

Controllare una volta al mese il livello dell’olio, se avete acquistato una idropulitrice nuova, il primo controllo andrebbe fatto dopo le prime 50-60 ore di lavoro; È consigliabile sostituire l’olio della pompa ogni 500-600 ore, utilizzare un olio SAE 15W40, garantisce maggior protezione, in particolare con climi caldi e anche dopo tante ore di lavorazione.

REGOLAZIONE ELETTRODI DI ACCENSIONE

Per un funzionamento ottimale della idropulitrice, controllare che gli elettrodi di accensione siano sempre disposti in modo corretto, l’ideale sarebbe sostituire gli elettrodi di accensione almeno ogni 400-500 ore di lavoro.

ELENCO DEGLI INCONVENIENTI E DEI RIMEDI PIÙ COMUNI

INCONVENIENTI CAUSE RIMEDI
La pompa gira ma non raggiunge la pressione prescritta
  • La pompa aspira aria
  • Valvole usurate o sporche
  • Sede valvola di regolazione usurata
  • Ugello acqua inadeguato o usurato
  • Guarnizioni usurate
  • Controllare i condotti di aspirazione
  • Pulire o sostituire
  • Controllare ed eventualmente sostituire
Oscillazioni irregolari di pressione
  • Valvole usurate, sporche o bloccate
  • Aspirazione d’aria
  • Guarnizioni usurate
  • Controllare i condotti di aspirazione
  • Pulire o sostituire
  • Controllare ed eventualmente sostituire
Calo di pressione
  • Ugello usurato
  • Valvole sporche o bloccate
  • Sede valvola di regolazione usurata
  • Guarnizioni usurate
  • Cambiare ugello
  • Controllare, pulire o sostituire
Vibrazioni nel tubo di alta pressione
  • La pompa aspira aria attraverso l’impianto detergente
  • La pompa aspira aria da tubi o raccordi
  • Insufficiente pressione dell’acqua in entrata
  • Valvole sporche o bloccate
  • Chiudere il rubinetto detergente
  • Verificare eventuali perdite. Chiudere ogniraccordo allentato. Si consiglia l’intervento

    del tecnico

  • Verificare il corretto funzionamento delgalleggiante all’interno della vaschetta.
  • Controllare, pulire ed eventualmentesostituire.
Rumorosità
  • Aspirazione d’aria
  • Valvole usurate, sporche o bloccate
  • Cuscinetti usurati
  • Controllare i condotti di aspirazione
  • Controllare, pulire o sostituire
Presenza di acqua nell’olio
  • Anelli tenuta (acqua e olio) usurati
  • Alta percentuale di umidità nell’aria
  • Controllare ed eventualmente sostituire
  • Cambiare l’olio con frequenza doppiarispetto a quella solita.
Perdita d’acqua dalla testata
  • Guarnizioni usurate
  • Sostituire le guarnizioni.
  • Si consiglial’intervento del tecnico
Perdita d’olio
  • Anelli di tenuta olio usurati
  • Sostituire anelli di tenuta
Il motore vibra ma non parte
  • La tensione (VOLT) di rete è inferiore a quella minima prescritta
  • Controllare che l’impianto sia adeguato
  • Aprire il quadro e controllare l’integrità delfusibile sul trasformatore
Il motore non parte
  • La spina non è ben inserita
  • Manca corrente
  • Controllare spina, cavo e interruttore.
Il motore si arresta

improvvisamente

  • Il protettore termico è intervenuto a causa di un surriscaldamento
  • Controllare che la tensione sia quella prescritta. Staccare l’interruttore, lasciare raffreddare qualche minuto, aprire il quadroelettrico e ripristinare la termica.
La valvola di regolazione della pressione scatta in continuazione durante il lavoro.
  • Ugello dell’acqua parzialmente otturato
La valvola di regolazione della pressione scatta con la pistola chiusa
  • Perdite nel circuito di uscita
  • Valvola di regolazione difettosa
  • Individuare la perdita ed eliminarla
  • Chiedere l’intervento del tecnico
La caldaia fa troppo fumo
  • Acqua nel serbatoio
  • La pressione del gasolio non è quella giusta
  • Svuotare il serbatoio e riempirlo con gasolio pulito
  • Si consiglial’intervento del tecnico.
La caldaia produce troppo fumo
  • La regolazione dell’aria non è corretta
  • Gli elettrodi non sono nella posizione corretta
  • L’ugello del gasolio è sporco
  • L’ugello del gasolio è rotto o consumato
  • Il serpentino è bloccato dalla fuliggine
  • La pompa del gasolio è sporca
  • Agire sulla regolazione del flusso d’aria chiudendo il foro fino aquando il fumo non sia scomparso.
  • Si consiglia l’intervento del tecnico.
  • Regolare la distanza degli elettrodi.
  • Pulire l’ugello del gasolio
  • Cambiare l’ugello del gasolio
  • Pulire il serpentino
  • Smontare la pompa e pulire i filtri.
Il bruciatore si spegne
  • Il serbatoio del gasolio è vuoto, (il bruciatore primadi spegnersi farà molto

    fumo grigio/bianco)

  • Il filtro del gasolio è sporco
  • C’è acqua nel serbatoio del gasolio
  • Il pressostato non funziona
  • Trasformatore di accensione in avaria
  • Elettrodi sporchi o usurati
  • L’ugello del gasolio è sporco o guasto
  • La pompa del gasolio è difettosa
  • L’elettrovalvola del gasolio è difettosa
  • Riempire il serbatoio
  • Pulire o sostituire
  • Vuotare, pulire e riempire nuovamente il serbatoio
  • Verificare eventuali perdite d’acqua dallaparte idraulica del pressostato o guasti

    alla parte elettrica.

  • Cambiare il trasformatore
  • Pulire o sostituire.
  • Si consiglia l’intervento del tecnico
  • Pulire l’ugello
  • Cambiare l’ugello
  • Cambiare la pompa
  • Cambiare l’elettrovalvola
Temperatura dell’acqua insufficiente
  • Termostato non regolato alla temperatura richiesta
  • Termostato in avaria
  • Pressione del gasolio non sufficiente
  • Caldaia otturata dafuliggine
  • Posizionare il termostato alla temperatura richiesta.
  • Sostituire il termostato.
  • Si consiglia l’intervento del tecnico.
  • Con un apposito cacciavite ruotare la vitedi regolazione della pressione.
  • Pulire il serpentino.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here