Nebulizzatori utilizzati nell’autolavaggio

0
38

I nebulizzatori utilizzati nell’autolavaggio si dividono in tre categorie: a precompressione, a ricarica pneumatica e a carica pneumatica continua.

I nebulizzatori a precompressione non hanno bisogno di un compressore separato, in quanto utilizzano la pompa manuale integrata per portare in compressione il contenitore e nebulizzare il prodotto. Lavorano a basse pressioni e sono costruiti con materiali plastici, che li rendono facili da trasportare e resistenti agli agenti chimici, grazie al tipo di guarnizioni con la quale sono costruiti.

I nebulizzatori a ricarica anche pneumatica invece hanno bisogno di essere collegati al compressore per essere ricaricati e permettere la nebulizzazione del prodotto senza il compressore collegato. Lavorano ad alte pressioni, per

questo vengono utilizzate bombole in metallo o in acciaio INOX.

I nebulizzatori a carica pneumatica continua schiumogeni hanno bisogno di essere sempre collegati ad un compressore, cosi l’aria viene miscelata al prodotto chimico e produce una densa schiuma. Questi nebulizzatori lavorano ad alte pressioni, per questo vengono utilizzate bombole in metallo o in acciaio INOX.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here