Requisiti di sicurezza autolavaggi: impianti con portale

0
93

– CONFINE: l’impianto va confinato lateralmente con dispositivi adeguati.Tra i dispositivi e l’impianto va tenuto uno spazio pari a 50 cm o, se non possibile, altri sistemi che impediscano il pericolo di schiacciamento. L’impianto di autolavaggio va confinato anche agli ingressi ed uscite con dispositivi

punti di scivolamento inciampo e caduta: le rotaie, guidaruota e lavachassis non devono sporgere dal piano di scorrimento oltre 80 mm o, se non fattibile, devono essere adeguatamente segnalati

– montanti verticali: lo spazio libero tra parti in movimento e pavimentazione non sia maggiore di 20 mm

– paraspruzzi: nel caso non sia possibile mantenere uno spazio libero di 50 cm, i paraspruzzi collocati dietro le spazzole verticali devono essere dotati di comando di emergenza di arresto

– guidaruote per veicoli: la distanza tra questi e il lato interno del rivestimento dei montanti deve essere almeno pari a 120 mm per evitare la presenza di punti di schiacciamento

– posizionamento dei veicoli: le macchine devono essere dotate di un dispositivo di segnalazione ottica che guidi l’utente a sistemare correttamente il veicolo e l’avvio non può essere permesso nel caso in cui il veicolo non sia in posizione corretta.

– punti di schiacciamento tra portali: in caso di macchine a portale multiplo, i portali stessi devono mantenere una distanza tra loro di ameno 50 cm fino ai 2.5 mt di altezza da terra per evitare la presenza di punti di schiacciamento. Al piede dei portali devono essere mantenute distanze non inferiori a 18 cm per evitare lo schiacciamento degli arti inferiori. Nel caso in cui tali distanze non siano possibili, vanno installati sistemi che evitino ingressi ed avvicinamento in modo automatico.

– stabilità ribaltamento: tale rischio va determinato considerando la presenza di potenziali masse di notevole peso

– punti di schiacciamento e cesoiamento nelle parti motorizzate: vanno evitati attraverso il mantenimento delle distanze di sicurezza e l’installazione di dispositivi di protezione

– ruote dentate e rocchetti per catene: devono essere completamente rivestiti e resi accessibili esclusivamente agli operatori

– trasmissioni a cinghia o a fune: i punti di avvolgimento devono essere protetti da rischi di impigliamento attraverso il mantenimento delle distanze di sicurezza e l’installazione di dispositivi di protezione

– guide/rulli di guida: i punti di scorrimento devono essere progettati e realizzati in modo da eliminare il pericolo di impigliamento e di schiacciamento degli arti superiori

– posizione di fine corsa: la macchina deve arrestarsi in modo automatico nelle posizioni di fine corsa

– pompe in alta pressione: oltre a quanto già indicato nella sezione generale, nel caso di pulizia di veicoli pesanti la pressione può raggiungere i 140 bar

– arresto operativo: sulla pulsantiera di comando e su almeno uno dei montanti devono essere presenti dispositivi di comando che consentano l’arresto della macchina in condizioni di sicurezza. Il riavvio deve poter avvenire solo ed esclusivamente su intervento dell’operatore

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui