Requisiti di sicurezza comuni a tutti gli impianti di autolavaggio

0
327

Quali sono i requisiti di sicurezza comuni a tutti gli impianti di autolavaggio?

Presenza di personale a bordo del veicolo: il divieto va riportato su adeguata segnaletica – punti di scivolamento, inciampo o caduta: eventuali punti vanno protetti o, in caso, segnalati. La pavimentazione deve avere una finitura superficiale tale da minimizzare tali rischi

– Pompe in alta pressione: la pressione massima di erogazione non deve superare i 100 bar – tubazioni in alta pressione: devono essere conformi alla norma UNI EN 853:1998

– Dispositivi di comando: devono essere tali da determinare in modo univoco l’inizio e la fine del ciclo di lavaggio e vanno realizzati secondo le norme tecniche UNI En 13849-1, CEI EN 62061:2005, CEI EN 60204- 1:2006. I comandi, in ogni caso, devono essere facilmente visibili

– Guasto ai circuiti di comando: i circuiti devono essere progettati secondo le norme UNI EN ISO 13849-1:2008, CEI EN 62061:2005 e CEI EN 60204-1:2006

– Collegamento alle fonti di alimentazione di energia: devono essere presenti dispositivi di sezionamento che consentano di isolare la macchina rispetto alle fonti di energia.

– Guasto del circuito di alimentazione di energia: i circuiti devono essere tali che la macchina non deve avviarsi in modo inatteso, impedire il riavvio in caso di pericolo, non deve venir impedito l’arresto una volta impartito il comando impartito, i dispositivi di protezione devono rimanere pienamente efficienti,

– Collegamento equipotenziale delle masse metalliche: la macchina deve essere progettata e costruita in modo da evitare la formazione di cariche elettrostatiche e queste devono poter essere scaricate a suolo

– Unità centrale: deve essere installata all’interno di un vano tecnico o armadio dotato di un proprio sistema di illuminazione

– Spruzzatori: le tubazioni flessibili devono poter scorrere senza essere danneggiate, vanno comunque evitate eccessive sollecitazioni di trazione e piegamento

– Elementi mobili: gli elementi mobili della macchina devono essere tali da arrestarsi automaticamente a fine corsa e prevenire impigliamenti con le parti sporgenti dei veicoli

– Arresto d’emergenza: deve essere sempre disponibile ed operativo. Il riavvio deve poter avvenire solo ed esclusivamente su intervento dell’operatore

– Rumore: va determinato in più punti e nella posizione dell’operatore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here