Area adibita all’installazione di un’autolavaggio: requisiti richiesti

0
506

Quali aeree sono adibite all’installazione di un’autolavaggio e quali requisiti sono richiesti?

La Decisione del 22 ottobre 2008, n. 5191 afferma che:Le opere necessarie per la realizzazione di un impianto di autolavaggio possono essere realizzate solo previo rilascio del permesso di costruire.” Il Permesso di Costruire, disciplinato dal Testo unico dell’Edilizia, è il titolo autorizzativo rilasciato dal Comune per eseguire interventi di trasformazione urbanistica del territorio e va richiesto presso lo Sportello Unico dell’Edilizia del Comune. Alla richiesta si deve allegare un progetto, redatto da un professionista abilitato come un’architetto, un’ingegnere o un geometra, comprendente gli elaborati grafici che descrivano dettagliatamente l’intervento da realizzare e la conformità alla strumentazione urbanistica vigente nel Comune. Il tecnico dovrà auto-certificare la reale presenza di questi requisiti, ma sarà compito del Comune verificarli e in caso positivo rilasciare il permesso.

Fatta questa premessa, cosa devi fare per sapere se il terreno che hai individuato, ha i requisiti per essere destinato all’installazione di un’autolavaggio? Le caratteristiche che rendono un’area o un terreno edificabile sono legate all’ambiente, alla presenza di servizi e abitazioni, alla posizione geografica e la presenza di infrastrutture (ferrovie, autostrade, stazioni di autotrasporti…) nei dintorni.

A seconda della posizione e delle zone confinanti, un’area edificabile può essere classificata in zone.
  • La zona centrale è il nucleo del centro urbano, la zona periferica, invece, è un settore del centro urbano di insediamento più recente, in cui sono presenti comunque numerosi servizi sebbene in misura minore rispetto al centro.
  • La zona di espansione è composta ancora da zone non edificate e da terreni in cui si sta attuando l’urbanizzazione. Non sono sviluppate attività di servizio. La zona industriale è definita in quanto destinata agli impianti industriali fabbriche ecc.
  • La zona agricola, per concludere, è costituita da nuclei urbani privi di servizi, e da abitazioni rurali.

Prima di costruire un qualsiasi autolavaggio, il primo passo da compiere è la sua valutazione, cioè individuare i requisti utili al fine di dichiarare il terreno edificabile.

Prima di procedere alla valutazione del terreno, è opportuno che vengano effettuate una serie di verifiche utili per conoscere tutti i dettagli tecnici e giuridici dell’area o del terreno.

Le verifiche da effettuare sono:

  • verificare l’accatastamento;
  • verificare la situazione urbanistica;
  • controllare l’esistenza di vincoli.
VERIFICA ACCATASTAMENTO

Collegandosi al sito dell’Agenzia delle entrate, nella apposita sezione (la sezione censuaria è presente solo per i terreni), composta da una lettera ( ed una denominazione specifica dedicata alla visura catastale online, è possibile ottenere una serie di informazioni in maniera totalmente gratuita. Sempre attraverso questo servizio gratuito, è possibile ricevere tutte le informazioni relative ai redditi dominicali ed agrari, e per finire tutte le informazioni necessarie per l’identificazione di aree censite nell’apposito Catasto terreni.

Il servizio “Visure catastali” presso l’Home page dell’Agenzia delle Entrate permette di accedere al servizio per ottenere i dati catastali gratuitamente. Per accedere occorre inserire il codice fiscale del proprietario e il codice di sicurezza che si ottiene alla prima registrazione.

Una volta inserite queste credenziali, si deve scegliere l’ufficio provinciale di riferimento (ovvero quello relativo alla locazione dell’area o del terreno), individuare la tipologia di catasto (se relativa a fabbricati o terreni) e i dati identificativi.

Per ottenere i dati catastali, occorre inserire quelli identificativi affinché il servizio si accerti della proprietà dell’area o del terreno. Si tratta quindi di avere:

  1. Foglio: Si tratta del foglio della mappa comunale relativa alla zona di ubicazione dell’immobile.
  2. Particella: La suddivisione in micro-aree della zona di ubicazione indicata dal foglio.
  3. Subalterno: L’area o il terreno di riferimento.

Per avere questi dati è possibile utilizzare i “Servizi Online” dell’Agenzia delle Entrate.

Se si conoscono i dati del proprietario è possibile fare una ricerca per soggetto e risalire ai dati del terreno, oppure ci si può rivolgere ad un tecnico (geometra) e si richiede in via ufficiosa una copia del Regolamento Comunale.

VERIFICA DELLA SITUAZIONE URBANISTICA

Per verificare la situazione urbanistica occorre rivolgersi al Comune per avere il Certificato di destinazione urbanistica, da allegare in alcuni casi all’atto di compravendita o di affitto.

VERIFICA DELL’ESISTENZA DI VINCOLI

E’ opportuno effettuare delle verifiche riguardo alle pendenze giudiziarie sul bene che, se esistenti, devono essere considerate e segnalate durante la valutazione per cercare di risolverle.

DESCRIZIONE DELLE TIPOLOGIE CATASTALI PER L’INSTALLAZIONE DI UN’AUTOLAVAGGIO
C/3 – LABORATORI PER ARTI E MESTIERI

Impianti per lavaggio autovetture, se dotati di attrezzature semplici e, quindi, con esclusione di impianti fissi nei locali; le porzioni di stazioni di servizio adibite autolavaggio chiuso, con idonea attrezzatura e relativa area asservita;

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here