Come si trasmettono i dati all’Agenzia delle Entrate?

0
209

La trasmissione dei dati è effettuata tramite dispositivi mobili dotati di autonoma connettività alla rete e geo-localizzazione.

La trasmissione dei corrispettivi dovrà ricadere nella fascia oraria 00:00 – 22:00. In caso di rilevazione nella fascia oraria 22.00 – 00.00, il dispositivo mobile predispone il file XML e lo firma per garantire l’integrità e l’autenticità, pianificando la trasmissione a partire dalle 00:01, quando il servizio si riattiva.

Quando il Gestore preleva l’incasso è tenuto a leggere i dati dal Sistema master ed acquisire, mediante dispositivo mobile, i dati relativi agli incassi e alle vendite con le seguenti modalità:

  • se la macchina è dotata di porta di comunicazione, l’acquisizione avviene automaticamente mediante il software installato sul dispositivo mobile che preleva i dati dal sistema master;
  • se la macchina non è dotata di porta di comunicazione, l’acquisizione dei dati del Sistema master avviene manualmente. È responsabilità del gestore rilevare manualmente i dati dalla macchina. Indipendentemente dalla modalità di acquisizione dei dati, il dispositivo mobile genera un file xml secondo il tracciato riportato nell’allegato, lo sigilla elettronicamente con il certificato dispositivo e lo trasmette telematicamente al sistema AE. Il file xml dovrà contenere l’Identificativo dispositivo del Sistema master, mentre dal Certificato dispositivo si evincerà l’identificativo del dispositivo mobile. Sul file xml è apposto (mediante il certificato di firma del dispositivo mobile) un sigillo elettronico al fine di garantire l’autenticità del mittente e l’integrità dei dati stessi. La connessione avviene in HTTPS con protocollo TLS 1.2.

Contestualmente alla trasmissione del file xml, il dispositivo mobile riceve dal sistema AE l’esito che attesta l’avvenuto controllo della validità del sigillo e della struttura formale dei file trasmessi, registrata con un identificativo univoco della

trasmissione. L’esito e i dati trasmessi sono consultabili dal Gestore mediante apposite funzionalità web rese disponibili attraverso il sito dell’Agenzia delle entrate.

La trasmissione dei dati giornalieri avviene con una frequenza variabile con un valore massimo dell’intervallo di 60 giorni.

Nel caso in cui il Gestore non rilevi i dati per un periodo superiore a 60 giorni (ad esempio, a causa della stagionalità dell’attività dell’esercizio ove la macchina è collocata o per eventi eccezionali o per qualsiasi altra ipotesi di interruzione delle trasmissioni, non causata da malfunzionamenti tecnici dell’apparecchio), questi ultimi, tramite il dispositivo mobile, devono inviare le informazioni relative al periodo di interruzione alla prima trasmissione successiva ovvero all’ultima trasmissione utile secondo i dati previsti.

Qualora l’invio dei dati non avvenga per cause non imputabili al Gestore (ad esempio, a causa di un malfunzionamento della rete), il file generato e sigillato dal dispositivo mobile (contenente sia la geo-localizzazione del luogo in cui il file è stato generato, sia l’orario di generazione) verrà trasmesso al sistema AE non appena la connettività verrà ristabilita.

I file non possono superare la dimensione massima di un megabyte

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here