Detergenti autolavaggio: quanto dovrebbe costare una buona cera?

0
138

La cera, il prodotto chimico per eccellenza che chiude in bellezza tutto il processo di lavaggio di un auto.

Qualunque sia il tipo di lavaggio effettuato, automatico, manuale, in un tunnel o in un box self service, la fase di ceratura è sempre l’ultima delle fasi da eseguire quando si lava l’auto, con la fase di ceratura otteniamo più risultati:

  • la cera nebulizzata sull’auto appena lavata e risciacquata, “rompe” il velo dell’acqua, facilitandone l’eliminazione da parte di appositi ventilatori
  • protegge la carrozzeria dagli agenti atmosferici e dalle particelle di smog che si trovano nell’aria
  • aumenta ed esalta la lucentezza delle carrozzeria, delle parti in gomma o in plastica e di tutte le parti cromate

Viste le principali funzioni che svolge la cera in un’autolavaggio, possiamo affermare con certezza, che si tratti del prodotto più importante nel processo di lavaggio, da cui dipendono positivamente o negativamente 4 fattori decisivi per il buon funzionamento di un autolavaggiotempistiche, costi, risultato estetico, soddisfazione del cliente

TEMPISTICHE

Se si lavora con delle cere di bassa qualità, la cera farà fatica a “rompere” il velo dell’acqua e l’eliminazione della stessa risulterà lunga e difficile. Nel caso di un lavaggio manuale, l’operatore dovrà spendere più energie e tempo per asciugare il mezzo, nel caso invece di un autolavaggio automatico, occorrerà far aumentare i passaggi di asciugatura e se ciò non bastasse, l’operatore a fine ciclo di lavaggio dovrà mettersi là con panno e pazienza e finire il lavoro.

COSTI

Se si utilizza una cera di qualità bassa, sarà difficile ottenere risultati soddisfacenti, se non utilizzando quantità di prodotto più elevate. Inoltre il tempo necessario per rifinire un’auto asciugata male, influirà notevolmente sugli utili d’impresa e quindi sul tuo guadagno.

RISULTATI ESTETICI

Una cera di bassa o scarsa qualità, non sarà in grado di offrire standard qualitativi alti, dal punto di vista estetico; l’auto risulterà si lavata e pulita, o almeno si spera, ma l’attenzione del cliente non sarò certo rapita dalla brillantezza o dalla lucentezza della carrozzeria e di tutte le parti cromate. Sarà come recarsi in un bel ristorante, rinomato per la qualità dei suoi piatti, ordinare un’aragosta e vedersela servire su un piatto di plastica…

SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

Siamo nell’era delle informazioni a portata di mano, i clienti sono più informati, si muovono, sperimentano di più e questo vale anche per il nostro settore; il cliente ha imparato a riconoscere o a capire se la sua auto è stata trattata con prodotti di buona qualità oppure no; certo ci sono ancora quelli che pensano che per lavare bene un’auto serva molta schiuma o molto sapone, ma non è di quella categoria di cliente che ci stiamo preoccupando, ma piuttosto pensiamo a quei clienti che nei giorni successivi al lavaggio, notano e si rendono conto della qualità dei detergenti utilizzati dal tuo autolavaggio; possono notarlo in un giorno di pioggia, durante il periodo dei moscerini o semplicemente vedendo che la propria auto si mantiene lucida e brillante nel tempo.

Bene, in sintesi abbiamo visto perché non dovresti utilizzare una cera di bassa qualità per il tuo autolavaggio, ma da cosa si riconosce una cera di bassa qualità da una cera di alta qualità?

Una buona cera dev’essere ricca di polimeri di alta qualità, in grado di rendere la superficie trattata molto liscia, permettendo un’elevata scorrevolezza dell’acqua e molto lucida, aspetto questo fondamentale in quanto si va a migliorare notevolmente l’aspetto finale delle vetture lavate.

Una cera ricca di polimeri di alta qualità, creerà facilmente, un film o barriera protettiva, in grado di mantenere la carrozzeria e tutte le parti dell’auto, protette e lucide per lunghi periodi.

Una cera di buona qualità non dovrebbe avere un cattivo odore, non dovrebbe intasare i tubi dove passa o staziona; dovrebbe avere un basso punto di congelamento, non dovrebbe cambiare colore se esposta alla luce, non dovrebbe sporcare o ungere le spazzole o le altre zone con cui viene a contatto. Una cera di buona qualità non richiede elevati consumi, per intenderci in un lavaggio automatico a spazzoloni non dovrebbe consumare in media più di 8/15 grammi per lavaggio.

Una buona cera dovrebbe avere tutte le Certificazioni Europee, che la identifichino come prodotto controllato, con un basso impatto, sia a livello produttivo che a livello ambientale, certificazioni che garantiscano che la cera utilizzata sia realizzata con materie prime di alta qualità, sostenibili ed ecocompatibili con l’ambiente e che non siano nocive per l’operatore o per chi si trova nelle zone di esposizione.

Per valutare un buon prodotto, non possiamo fare a meno di tenere conto anche dell’aspetto estetico e degli imballi; da un prodotto di alta qualità ci aspettiamo di trovarlo in una tanica solida e resistente, con tappo e sigillo sicuri, un’ etichetta di identificazione plastificata, chiara e che dia con esattezza, una corretta informazione sulle caratteristiche del prodotto e su come vada utilizzato.

E quanto dovrebbe costare una cera che risponde adeguatamente a tutti questi requisiti?

Come abbiamo visto parlando di altri detergenti (leggi anche “Detergenti autolavaggio: quanto dovrebbe costare un buon prelavaggio?”) quando acquisti un detergente o in questo caso una cera, nel prezzo sono compresi altri fattori non tangibili, come:

  • I costi di produzione
  • I costi di stoccaggio
  • Gli imballi e il confezionamento
  • Il trasporto e la consegna
  • Il guadagno dell’azienda produttrice
  • Il guadagno del venditore/rappresentante
  • Le tasse

Consideriamo inoltre che i costi delle materie prime e i costi di lavorazione per produrre una cera, sono tra i più alti che l’azienda deve sostenere, rispetto alla produzione di un normale shampoo o detergente. Quindi è probabile e ovvio che se utilizzi una cera che costa meno, del tuo prelavaggio o quanto un semplice e banale sgrassatore universale, quella che stai utilizzando è cera di bassa qualità!

Una cera di buona qualità che ti faccia risparmiare tempo, ti aiuta ad abbattere i costi, soddisfi dal punto di vista estetico e soprattutto soddisfi le aspettative del tuo cliente, a parer nostro non dovrebbe costare meno di € 5,00 – € 7,00 al lt.

A te ora le conclusioni, considera che l’incidenza economica che la cera ha sulla tua economia aziendale è più bassa di quanto pensi, non supera il 4-6%, quindi per chiudere non possiamo che consigliarti di scegliere il meglio, il top che il mercato può offrirti in commercio.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui