Lavaggio della moquette: sistema iniezione/estrazione

0
414

Il metodo di lavaggio degli interni più utilizzato dai lavaggisti è il sistema di iniezione-estrazione.

Dopo la nebulizzazione del prodotto nel tessuto, si potrà usare un panno o una spazzola per la sua lavorazione. Ad ogni modo, lo sporco va trattato manualmente. In certi casi, dopo aver iniettato la soluzione nebulizzata nel tessuto, alcuni preferiscono frizionarla direttamente con la bocchetta lava-sedili, per una questione di praticità e per ridurre i tempi di lavorazione.  Purtroppo a volte questo sistema nasconde insidie pericolose, se durante le frizioni la bocchetta dovesse filarsi o danneggiarsi, potrebbe irrimediabilmente danneggiare il sedile che si sta lavando.

Lo sporco che risulterà dal lavaggio, verrà aspirato e raccolto all’interno di un fusto, che potrà essere in acciaio, in plastica, basculante o fisso.

Attenzione tuttavia ad un particolare: il sistema ad iniezione-estrazione è in grado di aspirare dai tessuti lavorati il 30%-40%  del prodotto iniettato. Il resto, in parte evapora in piccole quantità, la restante parte di miscela acqua/detergente si depositerà nel fondo dei sedili. Di conseguenza, se l’operatore che lava la tappezzeria non saprà gestire bene tempi e quantità di prodotto erogato, rischierà di offrire un servizio scadente, in quanto, dopo qualche giorno, il residuo organico depositato nel fondo del sedile, inizierà a decomporsi emanando odori molto sgradevoli. A questo punto bisognerà fare i conti con i clienti insoddisfatti. 

Le macchine lavamoquette più usate hanno fusti da 50 a 70 litri, anche se esistono macchine con capacità molto più ridotte. Sono macchine simili agli aspiratori, con la differenza che sono dotate di pompe per l’iniezione e pressostati.

Quando si sceglie una lavamoquette a iniezione-estrazione è fondamentale che abbia le seguenti caratteristiche:

  • almeno due motori in aspirazione, ciascuno dei quali della potenza di 1200 watt
  • la pompa utilizzata dovrà essere adeguata al tempo di lavoro a cui verrà sottoposta

La scelta della pompa varierà, quindi, sulla base del numero di tappezzerie che l’operatore dovrà lavare giornalmente. Per poche tappezzerie, lavorate a distanza di molto tempo l’una dall’altra, sarà sufficiente una pompa da 50 watt, mentre se la mole di lavoro è tanta e lo spazio tra il lavaggio di una moquette e l’altra è breve, allora sarà indispensabile dotarsi di pompe che abbiano una potenza minima di 90 watt.

Vediamo quali sono alcuni aspetti da valutare quando ci si appresta a lavare una tappezzeria:

Il lavaggista che prevede di lavare pochissime tappezzerie durante il giorno potrà utilizzare una macchina composta da un motore e una pompa a membrana (per intenderci le stesse che vengono montate nelle macchine del caffè). Sarà sufficiente in questi casi un serbatoio da 25 o 30 litri.

Un lavaggista che prevede di lavare dalle due alle quattro tappezzerie al giorno, dovrebbe dotarsi di una macchina con due motori,  una o due pompe a membrana e un fusto con una capienza media di 60/70 litri.

Il lavaggista che prevede di lavare dalle quattro alle dieci tappezzerie al giorno, dovrà rivolgersi ad una macchina sempre con due motori, ma con pompe industriali. Le pompe industriali danno più sicurezza e consentono, a differenza delle altre,  di eseguire lavori in non-stop. Naturalmente il loro costo iniziale è maggiore rispetto alle altre macchine, ma nel tempo i benefici sono decisamente superiori.

Consigliamo di utilizzare detergenti appositamente studiati per il lavaggio della moquette. Per esempio  in commercio esistono dei detergenti additivati con speciali enzimi che permettono di mantenere raccordi e tubature della lavamoquette in perfetto stato.

Tuttavia, a prescindere dal detergente utilizzato, consigliamo al termine del lavoro, di far eseguire alla macchina un ciclo a vuoto con acqua pulita per l’eliminazione accurata di qualsiasi residuo corrosivo.

Esistono in commercio fusti in plastica e fusti in ferro. Il fusto in plastica permette di avere meno rischi di corrosione e usura nel caso in cui la macchina non venga svuotata con regolarità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here